Ray-Ban Flagship Store – USA, New York

Luxottica sceglie Soho per aprire il primo negozio Ray-Ban negli States: un flagship dedicato alla personalizzazione degli occhiali che diventa anche hub culturale nel quartiere più cool di New York

Ray-Ban ha aperto il suo primo negozio americano a New York, offrendo un vasto assortimento di occhiali da sole e da vista oltre ai servizi di visita oculistica. Puntando sulla personalizzazione, le nuove tecnologie e la cultura, il nuovo flagship si integra molto bene nel dinamico quartiere di Soho.

 

Area chiave: Interactions

Tendenze complementari: Personalizzazione; Human Tech; Socialtailing

Info chiave

  • Flagship eyewear
  • 2015: apertura
  • 1.000 mq su due piani

Info Gruppo Luxottica

  • 1 mld€
  • 150+ Paesi
  • 400 negozi
  • 23 Brand in licenza

Personalizzazione del prodotto

Il servizio chiave del flagship si chiama Remix e riguarda la possibilità di personalizzare gli occhiali con numerosi dettagli. L’area dedicata a questo servizio si trova al primo piano, dove i clienti possono progettare su un iPad i propri Ray-Ban, usando una piattaforma disponibile già on-line. Il processo è realizzabile su modelli di punta, come l’Aviator, l’Original Wayfarer, il New Wayfarer, il Justin. Si può personalizzare tutto: dal colore alla montatura, dalle aste alle lenti. È anche possibile incidere un nome o un disegno sulle aste o sull’astuccio, per avere così la gratificazione di ottenere un prodotto davvero unico, in tempi oltretutto ragionevoli, perché le consegne arrivano dopo una settimana dall’ordine.

 High tech, high touch

Il flagship è caratterizzato da un ambiente molto curato e accogliente, con un design che stimola la sensorialità. Nello stesso tempo sono stati inseriti numerosi device tech di ultima generazione che servono ad aiutare i clienti nel processo di ricerca del modello più adatto di occhiali. Il Magic Mirror in 3-D regala un’esperienza di realtà aumentata con una qualità fuori dal comune, consentendo di provare virtualmente tutto l’assortimento, scattare e condividere sui social le foto per confrontare i diversi look.

Hub culturale

Grazie alla sua ampia superficie, il flagship si presta a un obiettivo fortemente voluto dal Brand: diventare anche luogo di incontro e di scambio su temi come la cultura, l’arte e la musica. Lo spazio diventa quindi auditorium, sala per mostre e centro culturale per la comunità, e ospita eventi di ogni genere: dalle performance live alle proiezioni di film. All’interno di questo contesto tutto lo storytelling del Brand, molto presente, viene particolarmente valorizzato.

Commento finale di Kiki Lab ed Ebeltoft Group

Il nuovo flagship Ray-Ban è un ottimo esempio di Retail che traduce in modo coerente i valori e lo stile del Brand, coinvolgendo i clienti in vari modi, con la possibilità di personalizzare gli occhiali, usare tecnologie avanzate e divertenti e partecipare ai vari eventi culturali. Lo scopo prioritario non è quello commerciale, ma la fidelizzazione di un target interessato al Brand, moderno e digitale, con cui il flagship triangola anche grazie alla cross-